Libri: 8 mln italiani frequentano biblioteche, crescono ventenni


Con il crescere dell’eta’, dagli 11 anni in poi, aumenta l’utilizzo per motivi di studio e lavoro. Dai 25 anni in poi, al contrario, e’ prevalente l’utilizzo per il tempo libero. La biblioteca e’ scelta dal 60,1% delle persone per prendere in prestito i libri, che diventa il 67,4% delle persone nel Nord Italia. Il 38,9% la sceglie per leggere e studiare, nel Sud Italia diventa una persona su due (ovvero il 49,6%). Il 27,8% la sceglie per raccogliere informazioni. Sono inferiori le scelte per consultare quotidiani e riviste (9,8%), prendere in prestito materiale audiovisivo (9,3%) e consultare i cataloghi (9,2%), mentre per l’8,5% delle persone e’ una meta per incontrare gli amici. In particolare sono il 15,7% dei ragazzi tra i 15 e 19 anni a frequentare la biblioteca per questo motivo. I giovani tra i 20 e i 24 anni, invece, la utilizzano per leggere e studiare (75,9%) o per raccogliere informazioni (40,4%). Quanto sono frequentate? La maggior parte delle persone (ovvero il 55,9%) si recano in biblioteca 1-5 volte all’anno mentre uno su tre (il 32,3%) ci e’ andato 10 o piu’ volte. Le donne sono piu’ assidue. In particolare nella fascia di eta’ tra i 20-24 anni una donna su due (ovvero il 54,4%) e’ andata in biblioteca 10 o piu’ volte. “I dati che danno in crescita la partecipazione, soprattutto dei piu’ giovani, – ha detto Ricardo Franco Levi, presidente dell’Associazione Italiana Editori – sono incoraggianti. Resta comunque la necessita’ di aiutare le biblioteche con le giuste risorse finanziarie per sostenere e incentivare la lettura. Scuole e biblioteche sono fondamentali per far ripartire la lettura”. “Le biblioteche sono luoghi della comunita’ e strumenti di crescita culturale e partecipazione – ha commentato Rosa Maiello, presidente dell’Associazione Italiana Biblioteche – a condizione che siano aperte, dispongano di risorse e professionalita’ adeguate e rispondano ai bisogni dal pubblico. In Italia manca una legge nazionale sulle biblioteche che possa essere il riferimento per una politica coordinata di investimenti strutturali”.
Fonte: Corriere quotidiano – Libri: 8 mln italiani frequentano biblioteche, crescono ventenni