Motodays, a Roma festa delle due ruote fino a domenica


Al via il Roma Motodays, Salone della Moto e dello Scooter in scena fino al 10 marzo alla Fiera di Roma, giunto alla sua undicesima edizione. Non solo occasione per gli amanti delle due ruote di vedere le principali novità, ma anche di poterle provare direttamente grazie all’iniziativa Riding Experience. Oggi bagno di folla per il testimonial d’eccezione della kermesse, il quattro volte campione del mondo della Superbike Carl “King” Fogarty, con gli appassionati che ancora ne ricordano le imprese sportive e hanno sfruttato l’occasione per selfie e autografi. Presente anche il cantante Max Gazzè, da sempre legato al mondo dei motori. “Non venivo a Roma da quindici anni e sono felice di essere tornato per il Roma Motodays – ha detto Fogarty – Amo l’Italia, un Paese cui sono molto legato tramite la Ducati”.
Ospite speciale, l’artista ha invece presentato la moto della Brus Industry, modello totalmente artigianale costruita per lui da Claudio Bruscolini: “Si tratta di un’opera d’arte. È servito un anno di lavoro ma siamo entusiasti del risultato, studiato sul mio stile di guida”, ha detto. “Roma Motodays ha un significato estremamente importante per la nostra città che, con un territorio di 1.287 kmq e un’estensione pari a otto città italiane, conta ogni giorno sulle proprie strade oltre 395mila motocicli circolanti”, ha ricordato Pietro Piccinetti, amministrazione unico di Fiera Roma, nel sottolineare le peculiarità della manifestazione, fra cui la borsa internazionale del turismo in moto. Con lui Giovanni Copioli, presidente della Federazione Motociclistica Italiana, il quale ha ricordato che fino a domenica prossima saranno organizzate diverse attività e iniziative: dall’educazione e sicurezza stradale, al mototurismo, alle moto d’epoca allo sport. E non mancherà un’attenzione particolare alla mobilità elettrica, guardando al nuovo stile di vita a cui potrebbero condurci le tecnologie emergenti in questo campo.
Numerose le case presenti in questa edizione del Roma Motodays: dalle giapponesi Honda, Suzuki e Yamaha, alla bavarese BMW, le austriache KTM e KSR, le americane Harley-Davidson, Indian. E poi Husqvarna, Royal Enfield e Triumph, Kymco, Quadro.
E le italiane Askoll, Benelli, Ducati, Fantic, Mondial Moto, Moto Morini.
Nel corso delle giornate sono previsti altri testimonial: Tony Cairoli, di ritorno dalla prima gara del mondiale Motocross in Patagonia e il francese Hubert Auriol, il primo vincitore della Dakar sia in moto che in auto.
Anche quest’anno dunque si potranno vivere in presa diretta le maggiori novità motociclistiche grazie alla Riding Experience: provare le novità con il personale delle case partecipanti, su un tracciato fuori della fiera di circa 15-20 km, consentendo di saggiare accelerazione, frenata e tenuta di strada, ovviamente nel rispetto di sicurezza e codice della strada. Inoltre, fra le altre iniziative per gli appassionati, ci sarà la possibilità di parcheggiare la propria due ruote direttamente fra i padiglioni della fiera: basterà aver acquistato il biglietto in prevendita. E domani, in occasione della Festa della donna, ingresso e parcheggio interno gratuito a tutte le donne motocicliste che arriveranno in Fiera alla guida di una moto o di uno scooter. Sabato 9 marzo, invece, appuntamento con il futuro della mobilità urbana e del commuting, mentre non mancheranno con i propri stand istituzioni, militari e forze dell’ordine. E poi accessori e abbigliamento tecnico, le ‘special’, il vintage. Per non parlare delle evoluzioni di ‘stunter’ e ‘freestyler’ nelle aree adiacenti ai padiglioni. Per la prima volta in Italia il Circus Trial Tour,uno spettacolo Freestyle che conta 5 discipline differenti.
Fonte: Corriere quotidiano – Motodays, a Roma festa delle due ruote fino a domenica