Operazione Avatar, sigilli ad hamburgeria ‘fantasma’


(ANSA) – TORINO, 13 FEB – C’è anche l’Hamburgeria di Eataly a Settimo, comune alle porte di Torino, tra le attività sequestrate dai carabinieri nell’ambito dell’operazione ‘Avatar’, che ha portato all’arresto di sei imprenditori del torinese. I militari hanno messo i sigilli al negozio che si trova all’interno di un outlet. Il negozio faceva capo ad ‘Opera srl’, una delle 29 società ‘fantasma’ del valore di 250 milioni di euro poste sotto sequestro.
L’hamburgheria di Settimo Torinese posta sotto sequestro dai carabinieri, nell’ambito dell’operazione ‘Avatar’, fa parte di una “rete di locali in franchising la cui gestione è completamente separata e autonoma rispetto a quella di Eataly”.
Lo precisa la stessa Eataly, che in una nota sottolinea la sua “totale estraneità alla vicenda”. Eataly ha inoltre provveduto a formulare “richiesta di immediata cessazione dell’utilizzo del marchio”, nonché “all’interruzione di qualsivoglia legame di affiliazione commerciale tra il locale di Settimo e la suddetta rete di franchising”. Eataly esprime “naturale amarezza e contrarietà nel vedere l’associazione del marchio ad una vicenda che, benché tuttora oggetto di indagini, risulta gravemente lesiva dell’immagine di Eataly”. E, “confidando che la vicenda si chiarisca nel più breve tempo possibile, si riserva il diritto di intraprendere nelle opportune sedi tutte le azioni necessarie a proteggere la reputazione del marchio e dei soggetti ingiustamente coinvolti”.
Fonte: Corriere quotidiano – Operazione Avatar, sigilli ad hamburgeria ‘fantasma’